Archive for the ‘Ecology’ Category

Regali di fine anno | Gifts for the end of the year

martedì, dicembre 15th, 2015

[English version below]

2FA, ovvero: raddoppia la sicurezza della tua mail

Il 2015 è quasi finito e, come (quasi) tutti gli anni, abbiamo preparato un regalo speciale per scongiurare la sfiga delle feste e, soprattutto, delle intrusioni nelle caselle di posta. Si tratta di un pensierino dal nome un po’ criptico, ma abbastanza fondamentale di questi tempi. Si chiama 2FA, che vuole dire “two-factor authentication”, autenticazione a due fattori, e il concetto è molto semplice: una volta che lo avrai attivato, per entrare nella tua webmail avrai bisogno di una cosa che sai (la tua password) e di una cosa che hai (il tuo smartphone). In questo modo diventerà più difficile per qualche malintenzionato leggere le tue mail, perché anche se qualcuno riuscisse a intrufolarsi in qualche modo nel tuo computer e a soffiarti la password, avrebbe bisogno anche di rubarti il telefono per accedere alla tua casella. Semplice, no? E allora cosa aspetti?

Attiva subito la 2FA per la tua mailbox!

Per farlo bastano pochi passi:

  1. Accedi al tuo pannello utente.
  2. Clicca sul tuo nome utente in alto a destra sulla barra nera.
  3. Nel menu a tendina che si è appena aperto, clicca su “Abilita autenticazione a doppio fattore (OTP)”.
  4. Segui le istruzioni (in sostanza devi installare un’app sul tuo telefono, impostare la domanda di recupero della password se non l’hai ancora fatto e alla fine cliccare sul tasto “Abilita”).

Un paio di avvertimenti importanti:

  • La 2FA è per la webmail: per il resto dovrai generare una password specifica.
    Per i client di posta come Thunderbird e per Jabber/XMPP (Pidgin, Jitsi) avrai bisogno di una password generata appositamente, che potrai usare soltanto per un particolare client su un particolare dispositivo. Per creare una password per il tuo client di posta o per Jabber/XMPP, leggi queste istruzioni.
  • Una volta che avrai attivato l’autenticazione a due fattori, il tuo punto debole sarà proprio la domanda di recupero della password: se infatti qualcuno vuole accedere alla tua casella di posta e non ci riesce perché non ha il tuo telefono, potrebbe semplicemente provare a resettare la tua password. Per questo è essenziale che la tua domanda di recupero riguardi davvero qualcosa che nessun altro può sapere, e addirittura alcuni consigliano di usare una domanda e una risposta di fantasia. In sintesi l’essenziale è ricordare che:
    1. Se perdi il telefono, l’unico modo di avere accesso alla tua casella di posta è attraverso la domanda di recupero.
    2. Se la risposta alla domanda si trova sui social network, la tua casella non sarà sicura anche se hai impostato l’autenticazione a due fattori.
  • Se non hai uno smartphone e non hai nessuna intenzione di procurartene uno, una soluzione c’è, ma è complicata e prevede l’acquisto di una YubiKey. Troverai il comando per configurare la YubiKey nella pagina di istruzioni che si aprirà quando cliccherai il tasto “Abilita”. Se vuoi saperne di più, segui questo blog, dove prossimamente vogliamo pubblicare un post di approfondimento.

Il tuo sostegno è sempre essenziale

Nel 2016 Autistici/Inventati compie 15 anni, e in questi 15 anni abbiamo creato un’infrastruttura resistente che ha permesso di comunicare e di esistere in rete a tanti gruppi e individui attivi nelle lotte più diverse per un mondo migliore (o almeno un po’ meno tetro e deprimente).

Dato che non prendiamo neanche il becco di un quattrino per tenere in piedi questi servizi, l’esistenza di questa infrastruttura è soprattutto merito della nostra comunità di utenti, che continuano a sostenerci con le loro donazioni.

Anche se mail, siti, blog, mailing list, VPN e quant’altro sono offerti gratuitamente, infatti, per noi nulla di tutto questo è
gratuito, e, anzi, i costi che sosteniamo sono consistenti. Quindi è venuto il momento di ricordare tutto questo e di pensare a noi: sostienici anche quest’anno con la tua donazione! Anche un contributo minimo può fare la differenza.

Ci sono molti modi per contribuire. Scegli quello che fa meglio al caso tuo qui.

* * *

Dicembre 2015
Collettivo Autistici/Inventati
https://www.inventati.org https://www.autistici.org
contribuisci: https://www.autistici.org/it/donate.html

* * *

ENGLISH VERSION

(altro…)

Resist, rebel, revolt!

mercoledì, aprile 1st, 2009

From last month’s journal Evolution, a fascinating tale of slave rebellion among ants kidnapped by other ant species and forced to work for the rival colony:

When these youngsters mature, they take on the odour of their abductors and become the servants of the enslaving queen. They take over the jobs of maintaining the colony and caring for its larvae even though they are from another species; they even take part in raids themselves. But like all slave-traders, P.americanus faces rebellions.
Some of its victims (ants from the genus Temnothorax) strike back with murderous larvae. Alexandra Achenbach and Susanne Foitzik from Ludwig Maximillians Universty in Munich found that some of the kidnapped workers don’t bow to the whims of their new queen. Once they have matured, they start killing the pupae of their captors, destroying as many as two-thirds of the colony’s brood… (altro…)

Eco servers

mercoledì, dicembre 5th, 2007

Una ricerca britannica appena pubblicata sostiene che i server siano inquinanti quanto dei suv da 5.3 km/l. Un articolo del NewScientist aggiunge che il settore IT (information technology) e’ responsabile del 2% delle emissioni annuali di diossido di carbonio (al pari dell’industria aeronautica). Microsoft e Cisco invece progettano di costruire server farm a energia idroelettrica e geotermale in Islanda.
Voi monitorate i consumi elettrici dei vostri server e apparati? Come? Potremmo iniziare a farlo, perche’ no, con i server della rete *R di autistici.
Intanto ci documentiamo sull’interessante lesswatts.org.

via Ecoblog / BLDG Blog

Let Malibu burn

mercoledì, ottobre 24th, 2007

Mike Davis, 1996, e il fuoco della costa.

http://www.radicalurbantheory.com/mdavis/letmalibuburn.html

I dieci posti più inquinati al mondo

giovedì, settembre 20th, 2007

Il Blacksmith Institute ha redatto la classifica delle dieci località più inquinate al mondo, nel 2007. Al primo posto Sumgayit, Azerbaijan, seguito da Linfen, China; Tianying, China; Sukinda, India; Vapi, India; La Oroya, Peru; Dzerzhinsk, Russia; Norilsk, Russia; Chernobyl, Ukraine; Kabwe, Zambia.

Salva schermo, salva tempo!

mercoledì, luglio 11th, 2007

Sei sistemista o programmatore precario, fuori c’e’ il sole, e non hai voglia di lavorare oggi? Installa uno di questi screensaver, prendi la bici, e corri fuori!

i don’t work since (via) | cappuccino

La (im)possibile sostenibilità della tecnologia

lunedì, giugno 11th, 2007

Prendiamo dal blog di graffio e rimbalziamo:

Se ne è accorto anche il Corriere della sera nell’articolo di oggi: la rivoluzione verde della silicon valley è una bufala.
Come sappiamo, da un po’ di tempo i colossi delle nuove tecnologie si affannano a produrre computer che consumino sempre meno energia, o per lo meno questo è ciò che dichiarano.
Mentre producono tecnologia che consuma meno energia, sfornano una quantità enorme di nuovi prodotti spingendo i consumatori a dismettere i propri vecchi computer, telefoni cellulari, iPod, prima che esauriscano la propria vita. Che dire poi degli accordi che molti produttori fanno con Microsoft il cui nuovo sistema operativo (Vista) sembra fatto apposta per poter vendere nuovo hardware, a fronte di pochi vantaggi per l’utente.
C’è poi Second Life, osannata novità dell’americana Linden Lab, il cui consumo di energia elettrica di un singolo Avatar (la rappresentazione digitale 3D dell’utente che visita Second Life) è di 1,752 kWh all’anno; leggermente meno del consumo medio annuo di un brasiliano: 1,884 kWh. Calcoli e ragionamento sono frutto del lavoro di Tony Walsh (artista canadese) e di Nicholas Carr (editor della Harvard Business Review). (altro…)

Cambiamento climatico

giovedì, maggio 17th, 2007

:: NewScientist ha pubblicato un’interessante guida al riscaldamento globale dal titolo: Climate change: A guide for the perplexed. Nell’articolo vengono affrontate ed approfondite le principali questione relative al cambiamento climatico in corso.

:: Cina: un’inquietante foto dei campioni d’acqua raccolti da Wu Yilong da fiumi e laghi vicini alle città cinesi.

Immondezzaio digitale

mercoledì, maggio 16th, 2007

Ogni anno, produciamo dai 20 ai 50 milioni di tonnellate di spazzatura costituita da matariale elettronico. La maggior parte dei quali finisce in Cina, India e Nigeria, nazioni in cui lo smaltimento costa fino a dieci volte meno che in Europa o Nord America. Ecco un bel reportage fotografico sul “riciclaggio” e “smaltimento” di rifiuti elettronici in Cina.

Le meravigliose macchine eoliche di Theo

giovedì, marzo 22nd, 2007

Macchine alimentate dalla semplice forza del vento

disegnate dall’artista tedesco Theo Jansen, semplicemente meravigliose.