Archive for the ‘home page’ Category

Di che cosa parliamo quando parliamo di privacy – What we talk about when we talk about privacy

sabato, agosto 17th, 2013

[english version below]

Giovedì 8 agosto Lavabit (un provider statunitense che offre caselle di posta sicure tra cui quella usata da Edward Snowden) ha chiuso all’improvviso dopo essere stato costretto ad attenersi a un’intimazione del governo USA (su cui non è stato possibile rivelare alcunché). In seguito Silent Circle, un provider incentrato sulla sicurezza, ha deciso di chiudere preventivamente il suo servizio di posta elettronica crittata e di cancellare tutti i dati degli utenti dal proprio server per prevenire rischi per le persone che usavano il servizio.
A questi eventi ha fatto seguito una prevedibile impennata nelle richieste dei nostri servizi, una situazione eccezionale che A/I ha trovato alquanto preoccupante.
A seguito di questa situazione è iniziata una discussione interna al collettivo e riattiveremo a breve le richieste di nuovi servizi.
Mentre aspettate che la vostra casella di posta venga creata, vorremmo offrirvi qualche importante spunto di riflessione.

  • Autistici/Inventati è un progetto volontario e non commerciale che offre servizi online gratuiti (come gli indirizzi di posta elettronica che rispettano la privacy degli utenti) e il cui obiettivo specifico è fornire strumenti di comunicazione a soggetti anticapitalisti e a gruppi di base.
  • Non consegneremo mai volontariamente i vostri dati all’NSA o a qualunque altro ente statale, statunitense o di altri paesi, ma questo non significa che possiamo proteggervi dall’NSA o da altri servizi segreti o forze di polizia malintenzionati. È già successo diverse volte: la polizia ha sequestrato illegittimamente i nostri server (1), e anche se i dischi contenenti la vostra posta sono crittati, questa non è una garanzia di lungo periodo. Non delegate, prendetevi la responsabilità della vostra sicurezza: scaricate e crittate i vostri messaggi.
  • Imparate a usare la crittazione. Installate GPG! Se non sapete da dove iniziare, ecco un link da cui partire.
    La crittazione delle e-mail può essere automatizzata su quasi tutti i client di posta. Le opzioni sono diverse. Tra queste, Thunderbird+Enigmail è una di quelle che vi consigliamo di più. Ed ecco un manuale che spiega quel che serve per rendere sicure le proprie comunicazioni.
  • Anche se i dischi dei nostri server sono crittati, noi non cifriamo le vostre caselle di posta una per una, quindi chi accede alle macchine (cioè gli admin) possono leggere le vostre mail.
    Considerate insomma che quando vi affidate a noi per le vostre comunicazioni vi state fidando di noi come collettivo. Se ancora avete dubbi a riguardo, leggete la nostra policy e il nostro manifesto mentre riflettete su questo argomento.
  • Per finire, per quanto Autistici/Inventati protegga il più possibile la privacy dei suoi utenti, e nonostante i nostri server siano sparsi un po’ in tutto il mondo, considerate che siamo solo un’associazione no-profit legalmente costituita in Italia, un paese il cui governo e i cui enti pubblici sono, a essere ottimisti, almeno altrettanto imprevedibili e subdoli quanto i loro omologhi statunitensi.
    Inoltre, dal momento che l’Italia è un fedele suddito dell’impero USA, siamo abbastanza sicuri del fatto che se le autorità statunitensi decidono di intrufolarsi nella vostra privacy, gli alleati italiani saranno più che pronti a dargli una mano.
    Quindi non date per scontato che possiamo difendervi dall’NSA più di un provider statunitense solo perché i nostri server non si trovano negli USA: non è così che stanno le cose!

Per concludere, ricordate che non esistono bacchette magiche per difendere la propria privacy online e che richiederci una casella di posta è solo il primo passo per difendervi dal controllo e dalla repressione. Se non vi sta bene vivere in un mondo in cui governi e corporations hanno privatizzato il vostro diritto alla privacy dovete agire in prima persona, non delegare a qualcun altro (noi inclusi!) la lotta per un vostro diritto fondamentale. L’unico modo di vincere questa battaglia è che tutti quelli che non accettano questo paradigma inizino a protestare attivamente. La protezione della vostra privacy dipende da voi stessi. Rivendicate i vostri diritti con consapevolezza!



What we talk about when we talk about privacy

On Thursday 8th August, Lavabit (an American provider offering secure mail services including Edward Snowden’s mailbox) suddenly shut down after being forced to comply with (still undisclosed) orders from the US government.
Subsequently, Silent Circle, a privacy-oriented services provider, pre-emptively turned off their encrypted email service, deleting all user data from their server, in order to avoid risks for their users.
After all of this happened, we witnessed a predictable surge in requests for our services, an unprecedented situation that A/I found a bit worrying.
In the meantime, we discussed this issue internally and we will re-enable shortly new service requests.
As you wait for your mailbox to be created, though, we would like to give you some important food for thought.

  • Autistici/Inventati is a volunteer-run non-commercial project providing free internet services, like e-mail addresses, which respect our users’ privacy, and is specifically focused on providing tools for communication to anticapitalist groups and grassroots initiatives.
  • We will never voluntarily hand over your data to the NSA or to any other government agency, be it in the U.S. or elsewhere, but this does not mean that we can protect you from the NSA or any other ill-intentioned intelligence or police force. It has already happened several times: we had the police illegitimately seize one of our servers (1), and although the disks containing your emails are encrypted, this is not a long-term guarantee.
    Do not delegate, act for your own security – download your e-mail messages and keep them encrypted.
  • Learn how to use encryption. Install GPG! If you don’t know where to start, here’s a link for you.
    Encrypting your e-mail can be automated on most all e-mail clients, there are few options, among which we can recommend Thunderbird+Enigmail for a start. Here’s a howto that explains what you need to attain a safe communication.
  • Even though the disks of our servers are encrypted, we don’t encrypt your mailboxes individually, so your mail can be read by those who access the servers, i.e. A/I’s administrators.
    Bear in mind, then, that when you entrust us with your communications, you are trusting us as a collective. If you still have doubts about us, please, read our policy and manifesto as you consider this point.
  • Finally, even if Autistici/Inventati protects their users’ privacy as much as possible, and even if our servers are located in several contries all over the world, you should consider we’re only a non-profit association legally registered in Italy, a country whose government and public agencies are, to say the least, as untrustworthy and sneaking as their American counterparts.
    Besides, since Italy is a loyal subject of the American empire, we are pretty sure that if the U.S. authorities want to intrude into your privacy, the Italian allies will be absolutely ready to give them a hand.
    So please don’t simply assume that since our servers are not based in the U.S.A. we can protect you from the NSA more than an American provider. This is not true at all!

In conclusion, remember there is no magic bullet for your online privacy, and requesting an email from us is just the first step in protecting yourselves from control and oppression. If you don’t like living in a world where governments and corporations privatize your privacy, you MUST get involved personally in the protest. You cannot delegate someone else (even us!) to defend that right for you. The only way we all can win this battle is if every single one of us stands up for her rights and starts protesting actively.  You have to act by yourself, and self-consciously reclaim your rights!

Hackit e IMusic Festival

sabato, giugno 8th, 2013

Se siete dalle parti di Cosenza, in questi giorni all’area ex-officine (Cosenza – Viale Giacomo Mancini) si tiene Hackmeeting, l’incontro annuale delle controculture digitali italiane da non perdere per chi vuole gestirsi la vita come preferisce e sa s/battersi per farlo. Anche se non ha mai visto un computer in vita sua.
In particolare stasera, sabato 8 giugno, alle 22 Autistici/Inventati parla di Noblogs e di come gestire un’installazione WordPress multi-utente che ospita circa 6000 blog, attraverso lo sviluppo di una serie di accorgimenti tecnici che permettono al sistema di scalare a queste dimensioni, mantenendone la riservatezza e la gestibilità.

update: sono disponibili le slides del nostro talk.

Lunedì alle 15.30 invece saremo a Roma all’incontro Autoproduci!, nell’ambito dell’IMusic Festival al Dams romaTre, a raccontare come abbiamo creato e distribuito +Kaos, il nostro libro sui primi dieci anni del progetto Autistici/Inventati.

 

Autistici/Inventati al c-base

martedì, febbraio 5th, 2013

La settimana scorsa siamo stat* allo storico hackerspace berlinese c-base per presentare +Kaos e raccontare la nostra storia in occasione degli eventi propedeutici al festival di arte e cultura digitale Transmediale. Ecco il video della presentazione (in inglese):

Se il video non va, potete scaricarlo dall’Archive come mp4, ogv o torrent.


Last week we were at the historical c-base hackerspace in Berlin to present our book +Kaos and talk about our history during the preparatory events of the net art and culture festival Transmediale. Watch the video above.

If the embedded player doesn’t work well, you can download it in mp4, ogv or torrent formats.

+Kaos in Berlin!

venerdì, gennaio 18th, 2013

On the 27th January, at 8pm, some participants of the Autistici/Inventati collective will be in Berlin, at the historical c-base hackerspace, presenting our book +Kaos. 10 anni di hacking e mediattivismo  (“+Kaos. 10 Years Hacking and Media Activism”) within the program of the Transmediale Vorspiel.

We will talk about our roots and history and will try to describe the main features and incidents that have given rise to a grass-roots server that has hosted for over 10 years thousands of mailboxes, websites, mailing lists and many other services for political activists all over the world.

At the presentation we will distribute a limited number of pre-prints of a sample chapter of the English translation of the book.

New SSL certificates! / Nuovi certificati SSL!

domenica, dicembre 9th, 2012

We updated our SSL certificates – please see our CA:  https://ca.autistici.org or down here

Abbiamo aggiornato i nostri certificati SSL – controllate le fingerprint qua presso la nostra CA:  https://ca.autistici.org o qua sotto

Fingerprints:
web www.autistici.org
SHA1: C7:A8:77:06:2A:BF:D7:19:5A:FD:85:99:60:23:22:7C:2B:A8:CC:79
MD5: 63:85:4C:7A:B7:81:66:A3:5A:8F:8E:D3:05:E4:02:00

imap mail.autistici.org
SHA1: C5:3A:7A:F2:E7:DD:43:90:29:B4:EA:51:57:57:5D:8A:15:C3:20:88 MD5: EB:DA:24:FB:03:70:38:F2:98:8D:50:2D:B7:FC:8F:3B
smtp smtp.autistici.org SHA1: 00:2E:8E:C0:36:BF:A0:59:A4:CB:0A:7C:AE:FE:DC:6F:3F:A0:FD:F8
MD5: 2B:93:5C:01:7D:1D:BD:B9:BF:4C:E9:B5:31:69:A2:33
jabber jabber.autistici.org
SHA1: 6A:2F:BB:8B:C2:39:26:FA:AB:14:B9:24:76:E4:27:CC:FA:52:0C:25
MD5: 03:44:5E:CB:1E:9E:D7:1B:04:1F:A6:C7:C7:C9:13:6B
irc irc.autistici.org
SHA1: 9B:B5:9B:D5:CA:6F:06:71:72:30:5F:68:3A:E4:2F:77:81:62:CB:54
MD5: B5:C4:A7:C8:0B:41:D4:81:C5:BB:6C:F9:8F:63:B2:9F

+Kaos a Vicenza

mercoledì, ottobre 31st, 2012

Domenica 4 novembre Autistici/Inventati presenta +Kaos nell’ambito dei brunch domenicali dell’infoshop/hacklab steampunk ADA Lab, in via Btg. Framarin 42 a Vicenza.

 

  • 11.30-14.30 – brunch freegan
  • 15.00 presentazione di +Kaos – 10 anni di hacking e mediattivismo
  • a seguire aperitivo elettronico benefit per Autistici/Inventati

+ Kaos a Pigneto Città Aperta

lunedì, ottobre 15th, 2012

Venerdì 19 ottobre, alle ore 19.00 Lo Yeti di Roma ospita la presentazione di +Kaos. 10 anni di Hacking e Mediattivismo, nell’ambito delle iniziative di Pigneto Città Aperta.

+Kaos a Udine e a Monfalcone

sabato, settembre 15th, 2012

Il 22 settembre alle 17 Affinità Libertarie organizza a Udine, presso la libreria Koboshop, una presentazione del libro sui 10 anni di Autistici/Inventati.

Il giorno dopo +Kaos sarà presentato a Monfalcone, alla Festa del baratto e delle autoproduzioni, sempre alle 17.

+Kaos. Nuova versione ebook (epub, mobi)

giovedì, agosto 9th, 2012

Grazie a tutti quelli che ci hanno segnalato alcuni problemi di visualizzazione nell’ebook, di +Kaos 10 anni di hacking e mediattivismo abbiamo realizzato una nuova e più figa versione. Scaricatevela!

Faster activist, kill kill kill! [una politica lezione storica (o viceversa)]

lunedì, luglio 16th, 2012

[english version below]

La sentenza del 13 luglio 2012, 11 anni dopo i fatti del G8 di Genova, condanna 5 persone a una 50ina di anni di carcere. Per altre 5 rinvia la condanna a un’altra 50ina d’anni di qualche mese per far riesaminare a un tribunale alcune circostanze. Tutti sono o saranno condannati per aver devastato e saccheggiato la città di Genova. In 10. Devastato e saccheggiato. Che dire? Complimenti. Traiamone alcune conseguenze.

Se per caso aveste voglia di menare le mani impunemente, ricordate di arruolarvi prima nella Polizia di Stato, preferibilmente nel Reparto Celere, ma anche gli altri reparti non disdegnato di sfogarsi quando si può (in particolare i reparti antisommossa della Guardia di Finanza sono noti per avere ampia mano libera). Tranquilli, nessuno verrà a chiedervi conto di quello che avete fatto, e ogni denuncia per lesioni verrà derubricata al massimo ad eccessi benintenzionati. Non vi sognate di dire che avete menato qualcuno perché portava una celtica o perché aggrediva un negro, la cosa potrebbe costarvi molto molto cara.

Se per caso aveste voglia di spacciare grandi quantità di droga, magari in combutta con un’organizzazione criminale, invece, il vostro posto sono i ROS: anche se veniste condannati ad anni di galera, nessuno penserebbe mai di rinchiudervi in una cella. Al massimo vi riterrebbero poco furbi e poco accorti nella gestione delle vostre questioni personali. Se vi beccano con un po’ di ganja, ricordate di dire che era di Ganzer.

Se preferite invece sedervi sul petto di qualcuno fino a soffocarlo, dovrete riprendere in mano la vostra candidatura in PS, possibilmente con le volanti. Anche per l’uso di bastoni e mazze da baseball riferitevi alla stessa istituzione. Se avete un penchant per Carabinieri o Polizia Stradale invece ultimamente significa che non volete andare per il sottile: armi da fuoco a go-go, che sia da una camionetta, in mezzo a un’autostrada oppure a bruciapelo. Se prediligete la morte per maltrattamenti e digiuno, o la simulazione di suicidio, di solito è il corpo della Polizia Penitenziaria il più indicato.

Se siete interessati alla prostituzione o alla pedofilia (pratica o organizzazione delle stesse sono solo declinazioni della questione), invece, vi tocca un percorso più tortuoso: nella chiesa o in un partito, costruzione di rapporti, copertura istituzionale. Alla fine però, state sereni, nessuno pretenderà che veramente vi facciate carico di quello che combinate. Se volete rovinare la vita di migliaia di persone rubando i loro risparmi e mandandoli sul lastrico, oppure direttamente affamandoli con prestiti usurai, anche qui con la Politica vi toccherà avere a che fare, ma solo per garantivi spazio di manovra. Carcere e punizioni, non c’è da temere manco l’ombra.

Perché, soprattutto per quanto riguarda soldi e beni materiali, il problema non è tanto se ve ne appropriate e se lo fate con metodi violenti o subdoli: l’importante è che non lo facciate per motivi politici. Se dovete fare un furto, dite che l’avete fatto per avidità, o alla peggio per noia, ma non vi sognate di dire che l’avete fatto per fame o come atto dimostrativo: processo e condanne saranno assicurate, e non certo lievi. Non c’è problema a fare una rapina, l’importante è che non sia autofinanziamento. Così come non c’è alcun problema a distruggere un bar se avete una divisa o se avete litigato con la morosa, ma non vi sognate di dire che lo avete fatto per fermare l’avanzata di un plotone di miliziani e per difendervi: primo non vi crederà nessuno, e anche se vi credessero vi darebbero 6 anni per devastazione e saccheggio.

Le sentenze di Genova sono un’importante lezione. Ci spiegano che per la nostra società non è assolutamente rilevante quello che facciamo o quello che non facciamo, ma che il motivo per cui compiamo le nostre azioni è esiziale. Per questo è importante sapere da che parte stare, e imparare a fare quello che deve essere fatto, senza tanti proclami e fino in fondo. Perché il mondo in cui viviamo non merita la speranza che abbiamo riposto in esso in quei dannati, infiniti, lunghissimi giorni genovesi. Non merita che noi ci esponiamo per cambiarlo, che cerchiamo di comunicare con il mondo perché bisognerebbe fare tabula rasa del presente e del futuro che è stato pensato e deciso per tutti gli abitanti del pianeta (noi inclusi) senza che questi venissero interpellati. Soprattutto non lo meritano molti esseri umani. E ora sarà anche facile sapere chi. Basterà chiedere che cosa ne pensano di una sentenza. Nessuna giustizia, nessuna pace.



Faster activist, kill kill kill! (altro…)